Header Image for Respiratory tract infection

Infezioni del tratto respiratorio

Rinofaringite – malattie da raffreddamento

Le infezioni più comuni del tratto respiratorio superiore sono le infezioni che colpiscono la mucosa nasale (p.es. rinite o ’naso che cola’), le infezioni del cavo orale (faringite) e le infezioni della laringe (laringite). La prima regione in cui si insediano gli agenti patogeni (normalmente virus, ma a volte batteri) è l'area del naso e della gola. I sintomi prodotti sono praticamente sempre gli stessi: mal di gola, naso che cola e tosse. È a questo punto che è importante intervenire.

I fattori che promuovono questo tipo di affezioni comprendono la mucosa asciutta e danneggiata nei periodi freddi, un sistema immunitario depresso, stress, spossatezza e generalmente uno stile di vita poco sano. In termini generali, questi tipi di infezione sono fastidiosi e spiacevoli, ma sono innocui nella maggior parte dei casi: i pazienti soffrono di un senso generale di malessere, possono accusare cefalea o dolori articolari, sono stanchi e si sentono spesso esauriti. Spesso, nel caso di infezioni del cavo orale, possono accusare inoltre mal di gola e febbre. Segni evidenti di un raffreddore comune potrebbero essere anche naso e gola infiammati.

Normalmente le malattie da raffreddamento durano approssimativamente da 7 a 10 giorni. Durante questo periodo è importante consentire all'organismo un riposo sufficiente. Si può contribuire al processo di guarigione umidificando la mucosa, bevendo molti liquidi o ricorrendo a inalazioni e decongestionanti.

Tuttavia, la durata delle affezioni virali delle vie respiratorie può essere ridotta significativamente assumendo il farmaco vegetale, clinicamente testato, EPs® 7630, ottenuto dall'estratto della radice di Pelargonium sidoides.

Questo farmaco affronta il problema alla radice e previene l'adesione dei virus e dei batteri, ricoprendo il tratto respiratorio di una pellicola protettiva che funge da barriera. Esso attiva inoltre il sistema immunitario e previene la proliferazione dei batteri che hanno già invaso l'organismo. EPs® 7630 abbrevia pertanto la durata della malattia e aiuta a riprendersi più rapidamente.

Quando le malattie da raffreddamento peggiorano

Il rischio di complicazioni, tuttavia, aumenta in assenza di trattamento o quando l'organismo non è in grado di autocurarsi. Da un lato i virus presenti nel tratto respiratorio si riproducono e infettano regioni ancora sane e dall'altro l’influenza può facilitare l'insorgere di sovrainfezioni batteriche. Una sovrainfezione è un'infezione virale che crea i presupposti per una successiva infezione batterica, dovuta ad un sistema immunitario indebolito. Se le condizioni generali di salute non migliorano o se i sintomi peggiorano, occorre recarsi il più presto possibile dal medico.

Le semplici influenze possono causare:

  • Sinusite (infiammazione dei seni paranasali)
  • Otite (infiammazione dell'orecchio medio)
  • Tonsillite (infiammazione delle tonsille)
  • Bronchite acuta (infiammazione delle pareti bronchiali)

Assumere EPs® 7630 nei primi stadi dell'infezione può contribuire a prevenire complicazioni e la cronicità della malattia.

Zoom
Print

Lo sapevi?

I medicinali per il raffreddore e per l'influenza, quali gli antidolorifici e gli spray nasali, alleviano i sintomi solo per un breve periodo, ma non combattono la malattia, né abbreviano la sua durata.

Marchi locali

Attenzione

La informiamo che sta uscendo dal sito web pelargonium-sidoides.com pelargonium-sidoides.com.
Questo link La collega ad un sito web in cui non trovano applicazione le nostre Note legali.
L’azienda Dr. Willmar Schwabe GmbH & Co KG non è responsabile di tale contenuto.

Annulla
Continua